pandispagna

Chi ricorda il panificio e generi alimentari di “Bastianu do pani” o “do ponti” ??
La nostra memoria arriva fino agli anni 70; ma questo panificio esisteva già da molti anni prima;
Alla fine della via Roma, andando dalla piazza verso “o ponti”, sulla destra c’era un negozio che vendeva pane, dolci e generi alimentari.
Passeggiando lungo la via, passando davanti alla vetrina impossibile non notare delle “colline” imbiancate di zucchero a velo, erano enormi, alti, altissimi, i Pan di Spagna della signora Angelina, la moglie, che con le proprie mani e soprattutto che “pusa” sbatteva le uova, aggiungeva zucchero, amido, infornava nel forno a pietra e dopo meno di un ora magicamente tirava fuori questi bellissimi capolavori, Pan di spagna dal diametro piccolo ma altissimi, soffici, delicati, asciutti da inzuppare nel latte a colazione, da abbinare alla crema o da mangiare semplicemente così senza aggiungere nulla.
Potrebbe risultare esagerata tanta enfasi e magia intorno a questo dolce, in fondo si tratta di un pan di spagna, tutti sapremmo farlo! inoltre con la frusta elettrica diventa proprio un gioco da ragazzi.
Ciò nonostante bisogna ammettere che per ottenere un ottimo pan di spagna l’unica cosa che conta è l’esperienza!
Le dosi possono variare, grammo più grammo meno, … ma la manualità nell’impastare le uova con lo zucchero, nel montare l’albume a neve, nell’unire i due composti senza fargli perdere aria, capire la giusta densità dell’impasto … tutto questo può darlo solo l’esperienza!
Quando si chiedeva alla signora Angelina la dose di questo dolce, la sua risposta era:
“figghia iu u fazzu a occhiu picchi l’ova non su sempri da stissa misura.” Pressappoco???:
“pressapocu a ragiuni di 40 gr. di amidu e 40 di zuccuru ogni ovu!”
Ecco le dosi della ricetta per ogni uovo:
40 gr. di amido
40 gr. di zucchero
un pizzico di sale
un po di buccia di limone
e tanta esperienza!
La cucina etnea raccontata ha provato a fare questo dolce, dose per 12 uova, il risultato nelle foto che seguono!?

Sarà degno erede di quello da signora Angilina???

Related Posts


cuddura

Ricetta Pasta Garofano o Paparelle … o basi per Cuddure

Ingredienti: 500 gr. di farina 00 600 gr. di zucchero 150 ml d’acqua un pizzico di cannella un po di chiodi di garofano tritati. Procedimento: In un pentolino riscaldare l’acqua, aggiungere lo zucchero lentamente, e spegnere il fuoco prima che l’acqua bolla. In un recipiente mescolare la farina, la cannella e la polvere di chiodi […]

10.12.2015
mm
pomodori

Pasta “che pumadoru appisi”

Tempo di preparazione: 30 min. (da preparare 2 ore prima) INGREDIENTI: Pomodori legati a grappolo appesi al sole, olio, peperoncino, sale, basilico e pasta secondo la propria preferenza. Ci sono molti modi per conservare il pomodoro, ortaggio molto versatile che si usa quasi in tutte le preparazioni di piatti ricchi ed importanti. Uno fra i […]

10.12.2015
mm
10421111_1006057396077812_8105372379136568746_n

Pasta con le castagne

Questo è un piatto classico della cucina casalinga di una volta che si preparava proprio in questo periodo autunnale di ottobre e novembre, esattamente quando maturano le castagne. Il castagno è una pianta molto diffusa nel territorio etneo, i suoi frutti si possono consumare freschi direttamente crudi, arrostiti, bolliti o infornati, quest’ultimo metodo si presta […]

10.12.2015
mm

Comments


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *